Tecnologia e salute

Dieci consigli per prevenire candidosi e vulvovaginiti.

Durante il periodo estivo, le donne in particolare, sono soggette a irritazioni  o addirittura ad infezioni intime dovute a fattori esterni come la permanenza in spiaggia con costume bagnato, acqua di mare non pulitissima, camminate sotto il sole con eccessive sudate, la sabbia che rimane attaccata alla pelle sudata e alle parti intime creando irritazione.
Ecco dieci consigli che il tuo farmacista di fiducia ti dà per ridurre o addirittura evitare problemi di tale natura.
1 – Usa biancheria intima di cotone 100% per evitare accumulo di calore e quindi la creazione di un ambiente caldo-umido favorevole all’insediamento di funghi e batteri.
2 – Non restare a lungo sulla battigia con il costume bagnato, questa situazione riduce le difese naturali e consente ai germi un facile insediamento.
3 – Fai subito dopo il bagno in mare o in piscina una doccia e lava il costume con acqua dolce così  che quanto raccolto dai tessuti o dalle pieghe del corpo venga eliminato.
4 – Fai attenzione a dove ti siedi: sedersi direttamente sulla sabbia può essere un modo per facilitare la trasmissione e lo sviluppo di batteri. Altrettanto possono esserlo i bordi della piscina, le panche di spogliatoi, piatti doccia senza rialzo e assi di toilette.
5 – Alterna assorbenti interni ed esterni.
6 – Se in estate usi solo assorbenti interni per un miglior confort, abbi l’accortezza di non tenerlo per più di tre/quattro ore.
7 – Non lavarti troppo spesso: esagerando nella frequenza si tolgono oltre lo sporco – che poi non c’è – i film protettivi che stanno a protezione della pelle e delle mucose.
8 – Usa sempre e in ogni luogo l’asciugamano personale, sia per l’intimo sia per tutto il resto del corpo.
9 – Usa detergenti adeguati e se hai scelto un  bagnoschiuma per la doccia, per le parti intime usa sempre ( almeno due volte al giorno) detergenti intimi a ph leggermente acido, risciacquando poi con il getto direzionale della doccia.
10 – Se fai sport è necessario avere più cura della propria igiene intima e di un abbigliamento intimo adeguato: non sintetico e lavato con detergenti che non lascino residui di tensioattivi (tipo soda) presente in quantità nella quasi totalità dei saponi.
Tutto ciò può sembrare scontato, ma la maggior parte delle candidosi e vulvovaginiti si contraggono proprio trasgredendo questi banali ma utili consigli.
Buone vacanze a tutte.

(DOTT. ROMANO GIOMBINI)